Eumenidi e La Forma del Cuore: è gemellaggio!!!

La bellezza

Eumenidi, associazione per i disturbi del comportamento alimentare, e La Forma del Cuore, ente di promozione sociale a favore del prossimo, hanno ratificato, in data 30/01/2014, un accordo di collaborazione e gemellaggio tra le due Non Profit allo scopo di realizzare progetti culturali e umanitari comuni a favore di soggetti svantaggiati e bisognosi.

L’accordo, sottoscritto tra il Presidente di Eumenidi, il medico Maurizio Bosio, e il Presidente di LFdC, l’ingegner Paolo Rossetti, vedrà a breve il frutto della collaborazione tra i due Enti: è difatti in preparazione il libro “Homo Rarus” di Maurizio, che sarà edito dalla casa editrice La Forma del Cuore.

Il testo riassume le tre edizioni dell’incontro fra padri che si è svolto nell’ Antica Pieve di Verdeto (Pc), a partire dall’anno 2012 e chi ci ha visti protagonisti, per una volta, con le nostre storie di vita vissuta, di padri alle prese con un mestiere che nessuno insegna e che, spesso, si impara sulla pelle dei figli …

A presto gli aggiornamenti …

Hashtagcharity.org –> donare il proprio sapere …

HashtagCharity

Donare il proprio sapere a fin di bene … ?! E’ quello che hanno pensato di fare gli amici di HastagCharity.org, funambolici pionieri del social IT. La loro offerta nel settore del Non Profit è chiara e leggibile, semplice quanto rivoluzionaria….

Sei una Non Profit … ?! Hai bisogno di supporto informatico o tecnologico per realizzare le tue missioni umanitarie … !? Bene, allora HastagCharity.org è la soluzione giusta per te!

Hashtagcharity consente ai professionisti dell’ IT di mettere a disposizione le proprie competenze tecnologiche per aiutare organizzazioni non profit ridurre i costi dell’ IT. Riducendo tali costi IT, le organizzazioni non profit possono utilizzare questi risparmi nelle missioni umanitarie, in modo da rendere il mondo un posto migliore in cui vivere.

Tutti  i progetti presenti nella piattaforma sono dedicati ad una buona causa e il gruppo di volontari dedicato a implementare la soluzione IT verrà assemblato tenendo conto delle proprie caratteristiche personali e professionali. Pertanto il volontario, esperto informatico, potrà collaborare con altrettanto validi colleghi per cercare una soluzione nuova a problemi vecchi, consentendo alle associazioni non profit, di avere un supporto valido che altrimenti non potrebbero permettersi di pagare!

Quindi per collaborare bisogna essere dei cervelloni informatici alla Steve Wozniak? Niente affatto: difatti i progetti sono affidati ai volontari in base al livello delle loro competenze tecniche e gli strumenti messi a disposizioni sono di grado elevatissimo, in modo da rendere l’esperienza piacevole e formativa.

Se volete avere ulteriori informazioni su questa straordinaria operazione benefica non esitate a dare un’occhiata al sito http://hashtagcharity.org …